Cimitero Verano

  • Codice: 00530
  • Regione: Lazio
  • Provincia: Roma
  • Comune: Roma
  • LocalitÓ/quartiere: San Lorenzo
  • Localizzazione specifica: Ingresso su Piazzale del Verano
  • Tipo: POI cimiteriale
  • Coordinate geografiche: 41.90151º N 12.5203º E

Abstract

Il Cimitero monumentale del Verano da duemila anni è luogo di sepoltura, come testimoniato da una preesistente necropoli romana, le cosiddette catacombe di Santa Ciriaca. Deve il nome Verano all'antico campo dei Verani, gens senatoria di età repubblicana. Il cimitero venne fondato lungo la Tiburtina durante il regno napoleonico (1805-1814), in ossequio all'editto di Saint Cloud del 1804 che imponeva le sepolture al di fuori delle mura urbane. Progettato da Giuseppe Valadier tra il 1807 e il 1812, venne consacrato nel 1835; i lavori continuarono durante i pontificati di Gregorio XVI e di Pio IX, sotto la direzione di Virginio Vespignani. L'attuale configurazione è successiva al bombardamento del 19 luglio 1943, durante il quale i danni maggiori furono subiti dall'ingresso monumentale con il Quadriportico e l'area del cosiddetto Pincetto, dagli uffici della direzione e dalla zona davanti al Sacrario Militare. Anche le tombe della famiglia Pacelli subirono gravi danni.

Elenco Risorse Digitali disponibili nell'App

Il Cimitero Verano dopo il bombardamento del 19 luglio 1943
Cimitero Verano: danni alle tombe della famiglia Pacelli
Cimitero Verano: sepolcreto dei caduti della liberazione 1943-1944
Cimitero Verano: statua di Bruno Buozzi

La statua ritrae il sindacalista del "biennio rosso", fucilato nel 1944 dai tedeschi in fuga, presso La Storta.