1947: l'ultima passeggiata di Bella e Useppe

Piazza dell'Emporio. Fontana delle Anfore
  • Codice: 00435
  • Regione: Lazio
  • Provincia: Roma
  • Comune: Roma
  • LocalitÓ/quartiere: Testaccio
  • Localizzazione specifica: Piazza dell'Emporio
  • Tipo: Punto di ascolto letterario
  • Coordinate geografiche: 41.88286º N 12.4760º E

Abstract

Le condizioni di Useppe erano peggiorate. Dopo l'ultimo incontro con Davide aveva avuto un nuovo attacco e il calmante datogli dalla dottoressa sembrava sortire l'effetto contrario. L'ultima domenica di giugno, mentre Ida nel dopopranzo era stata colta da un sonno irresistibile, Useppe e Bella raggiunsero la capanna di alberi sul Tevere. Qui anziché l'amico Scimó incontrarono una banda di ragazzini con cui Useppe ingaggiò una lotta impari. Poi fu colto da un violento attacco. Quando Ida finalmente riuscì a trovarlo, anche grazie a Bella, sembrava essersi calmato. Invece la mattina dopo, mentre Ida era a scuola e lui si trovava a casa solo con la cagna, il pischelletto chiuse per sempre i suoi meravigliosi occhi azzurri. Bella, che gli stava accanto e non permetteva a nessuno di avvicinarsi, fu abbattuta. Ida perse la ragione e anche se sopravvisse alcuni anni al suo bambino sembrò non rendersi più conto di nulla.

Elenco Risorse Digitali disponibili nell'App

E allora a qualcuno adesso parrà inutile

Brano tratto da: La storia, di Elsa Morante. Milano: Einaudi, 1974
Voce: Francesca Gatto