1947: le passeggiate di Bella e Useppe

Lungotevere Testaccio
  • Codice: 00432
  • Regione: Lazio
  • Provincia: Roma
  • Comune: Roma
  • LocalitÓ/quartiere: Testaccio
  • Localizzazione specifica: Lungotevere Testaccio, di fronte alla fontana di Pio IX
  • Tipo: Punto di ascolto letterario
  • Coordinate geografiche: 41.88017º N 12.4721º E

Abstract

Ida, sopraffatta e inebetita dal dolore, affidò completamente a Bella la sorveglianza di Useppe, e con l'arrivo delle belle giornate - era la primavera del 1947 - la cagna comiciò ad accompagnare il bambino a spasso in lunghe passeggiate per il quartiere senza che la madre li seguisse. All'inizio dell'anno Useppe aveva avuto un secondo grave attacco e i medici consigliarono di fargli trascorrere molte ore all'aria aperta. Non esistevano per l'epilessia cure risolutive. A volte nei loro vagabondaggi si spingevano lontano, e una volta, arrivarono a una radura verde vicino al fiume dove la città sembrava finire e c'era una capanna di alberi. Qui Useppe e Bella diventarono amici di un ragazzino di nome Scimó. Un giorno mentre passeggiavano sul ponte Testaccio incontrarono Davide Segre.

Elenco Risorse Digitali disponibili nell'App

Resta dunque da raccontare

Brano tratto da: La storia, di Elsa Morante. Milano: Einaudi, 1974
Voce: Francesca Gatto