Veduta sul Lago di Fondi

Piana e lago di Fondi.
  • Codice: 01503
  • Regione: Lazio
  • Provincia: Latina
  • Comune: Fondi
  • LocalitÓ/quartiere: Piana di Fondi
  • Tipo: POI naturalistico
  • Coordinate geografiche: 41.299614°N 13.275378°E

Abstract

Il lago di Fondi, anticamente più esteso, è il più ampio, dopo quello di Fogliano, tra i laghi costieri del Lazio. Le rive sono frastagliate, ricche di canneti e di falasco. Con un perimetro di 24 chilometri, ha una superficie di 4,600 kmq e una profondità media di 7 metri. È un lago salmastro, formatosi, come quelli pontini, per sbarramento causato da un cordone di dune. Alimentato da vari fossi e sorgenti che sgorgano ai piedi degli Ausoni, comunica con il mare per mezzo dei due canali emissari di Sant'Anastasia e di Canneto, tra i quali si estende il cosiddetto Salto di Fondi, una striscia sabbiosa in parte coperta da pini e altre piante, resti di una foresta molto più antica.

Descrizione

Anticamente era chiamato Amiclanus perché nei suoi pressi sorgeva la città di Amiclae, ora scomparsa.
Il lago era noto per le isole galleggianti e per l'abbondantissima pesca. Fino a poco tempo fa ricco di cefali, spigole e altra fauna ittica, oggi lo specchio lacustre soffre purtroppo per problemi d'inquinamento, anche se tuttora costituisce uno degli esempi più significativi e tipici di zona "umida". È un paradiso per gli amanti di botanica, di zoologia e di ornitologia: sono infatti presenti ben ottanta specie arbustive, 16 specie di pesci, alcuni tipici di acqua dolce, altri di acqua salmastra e salata, e non è inusuale avvistare cormorani, aironi bianchi e cinerini, canapiglie, oche selvatiche, svassi.

Elenco Risorse Digitali disponibili nell'App

Nessun record trovato

Roadbook associati