Area sacra C

Planimetria degli scavi del santuario pyrgense.
  • Codice: 00945
  • Regione: Lazio
  • Provincia: Roma
  • Comune: S. Marinella
  • LocalitÓ/quartiere: Pyrgi
  • Tipo: POI archeologico
  • Coordinate geografiche: 42.015156º N 11.963627º E

Abstract

A nord-ovest del tempio B si colloca l'area sacra C., piccolo recinto quadrangolare (m 5x7,5) all'interno del quale si trovavano un altare rotondo di tufo e un pozzo rituale contenente ossa di sacrifici.

Descrizione

All'interno di una vasca posta in un angolo del recinto, costruita nel III secolo a.C. con materiali di risulta, si rinvennero nel 1964 le note lamine di Pyrgi (500 a.C.) che commemorano, due in lingua etrusca, una in fenicio, la dedica del tempio B alla dea Astarte - assimilata nel testo etrusco alla dea Uni - da parte del magistrato supremo di Caere, Thefarie Velianas. Una lamina bronzea frammentaria con iscrizione arcaica ci informa invece che il titolare del culto dell'area C era il dio Tinia nel suo aspetto ctonio, ovvero sotterraneo.

Elenco Risorse Digitali disponibili nell'App

Cenni storici.

Voce narrante: Maria Teresa Natale

Museo nazionale di Villa Giulia. Sala 13b. Pyrgi. Lamine auree

Foto: Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria meridionale

Roadbook associati